Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se non si modificano le impostazioni del browser, Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su ok o un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

 

M.R.1024 X 768

ThE  VoiCe KaRol WojTyLa

Editore:  I.P.S.S.E.O.A.  "Karol Wojtyla"   dott.ssa Daniela Di Piazza,   Direttore responsabile:   dott.ssa Lella Battiato,    Reg.Tribunale di Catania 24/16

Get Adobe Flash player

News in Evidenza

Intervista a Sergio Di Benedetto della FIBA Academy Sicilia

redazione

 

All’Istituto Alberghiero “Karol Wojtyla” di Catania, plesso Lizio Bruno dirigente scolastico Daniela Di Piazza, si è svolto il concorso regionale “Sparkling On Tour” della FIBA (Federazione Italiana Barman Academy); per meglio chiarire l’importanza dell’iniziativa, l’F&B del locale Ikebana Sergio Di Benedetto, dello staff che ha coordinato e guidato le fasi concorsuali, ha dichiarato.

Questo primo concorso regionale “Sparkling On Tour” che consentirà al vincitore di partecipare al concorso nazionale del prossimo 19 e 20 Novembre in Basilicata rappresentando la nostra regione. Tema che ha caratterizzato questa fase regionale, la valorizzazione dei vini frizzanti: spumanti metodo classico, metodo charmat e spumanti dolci prodotti dalle aziende del territorio Siciliano. Obbiettivo premiare creatività ed estro dei barman che propongono un cocktail originali, con il maggior numero di ingredienti che valorizzino il Made in Sicily.

Quali sono gli obiettivi della FIBA ed in particolare dell'Academy Sicilia che sta muovendo i suoi primi passi? Vogliamo elevare il livello professionale dei barman e diffondere il bere sano e consapevole, nel rispetto delle istanze morali e sanitarie del nostro Paese; sollecitare, quindi, tutti i nostri soci a divulgare tra i consumatori i criteri del buon bere, dando informazioni chiare sull’uso corretto delle bevande alcoliche e sugli effetti ottenuti dalla loro miscelazione con prodotti non alcolici, con riferimento alle norme igienico-sanitarie.

Quali le principali attività su cui vi concentrerete? E dove si svolgeranno? La nostra attività è prevalentemente formativa, soprattutto tra i giovani, per innalzare il livello di consapevolezza del come bere, quando bere e soprattutto quanto. Per questo motivo, cercheremo di svolgere le nostre attività prettamente presso istituti scolastici secondari e in modo più attento presso gli Istituti Alberghieri, dai quali proverranno i futuri Barman.

Da chi è formato lo staff e da che tipo di esperienze provengono i barman che lo compongono? Il nostro staff si avvale della competenza e dell’esperienza di: Giovanni Sapienza, Francesco Leonardi, Antonio Davide Patanè e Salvatore Sciuto docenti di Sala Bar al “Wojtyla”, Maria Gaetana Rametta docente IPSSAT e il sottoscritto F&B presso Ikebana. Perché avete deciso di intraprendere questa attività con FIBA? Dopo tanti anni con altre associazioni di categoria professionale crediamo che FIBA sposi bene tutti gli obiettivi che ci siamo prefissi come associazione.

 

Ristorazione & Gare

Ultimi Articoli