Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se non si modificano le impostazioni del browser, Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su ok o un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

 

M.R.1024 X 768

ThE  VoiCe KaRol WojTyLa

Editore:  I.P.S.S.E.O.A.  "Karol Wojtyla"   dott.ssa Daniela Di Piazza,   Direttore responsabile:   dott.ssa Lella Battiato,    Reg.Tribunale di Catania 24/16

Get Adobe Flash player

News in Evidenza

Christianus tamen novit se condiciones adhuc graviores oppetere posse,

quoniam suae fundamentum spei et in mysterio Crucis et Resurectionis

Domini positum 

(Ma il cristiano sa di poter fronteggiare anche le situazioni più difficili, perché il fondamento della sua speranza sta nel mistero della Croce e della Resurrezione del Signore)

 

Michelangelo Buonarroti – Cappella Sistina, la Resurrezione dei corpi (1520 - 25)

 

Buona Pasqua

Lella Battiato Majorana

Direttore Thevoicekw

“Madre Teresa di Calcutta diceva che abbiamo il potere di essere in Paradiso già da ora, di essere felici con Lui in questo momento, se amiamo come Lui ci ama, ci aiutiamo come Lui ci aiuta, doniamo come Egli dona, serviamo come Egli serve.

Che questa Pasqua possa farti scoprire l’amore per il servizio, la gioia della vita e la forza della Speranza “

 

Carissimi lettori io aggiungo che al di là di qualunque credo in un momento così doloroso, non c’è Speranza senza paura, né paura senza Speranza, l’amicizia la solidarietà sono i pilastri più importanti del nostro vivere e la Pasqua diventa simbolo e messaggio di gioia , di pace, di perdono e di sostegno a tutti, soprattutto ai più deboli e bisognosi.

Un messaggio di buon auspicio per tutti i popoli della Terra.

 

 

Ciò che stiamo sperimentando, al prezzo della sofferenza inaudita di una parte significativa della popolazione, è il fatto che, dal punto di vista sanitario ci siamo trovati a non avere strutture e risorse pubbliche adeguate a questa epoca e a questa situazione.

Una pandemia che imperversa sul pianeta, che a causa dello smantellamento del sistema sanitario pubblico ha trasformato questo “virus” in una catastrofe e in una minaccia per l’insieme dei nostri sistemi economici, ponendo in quarantena mirata-lockdown, le popolazioni coinvolte.

Il confinamento rallenta efficacemente la diffusione del virus, ma ci vorranno mesi per tornare al parametro essenziale di una pandemia, Ro, “numero di riproduzione di base”, ossia il numero medio di infezioni secondarie prodotte da ciascun individuo infetto.

Finché Ro è maggiore di 1, vale a dire fino a quando un individuo infetto può contagiare più di una persona, il numero di persone infette aumenta in modo esponenziale. Affinché l’immunizzazione collettiva scenda al di sotto di 1, è necessario immunizzare circa il 50% della popolazione e ci vogliono mesi, poiché il tempo medio di incubazione è (5 giorni).

Dobbiamo avere ancora pazienza affinché Ro, che era circa 3 all’inizio del contagio, sia il più vicino possibile a 1.

La salute è un bene comune globale: la deforestazione, così come i mercati della fauna selvatica di Wuhan ci mette a contatto con animali i cui virus non ci sono noti.

Fra i beni comuni: anche l’ambiente, l’istruzione, la cultura, la biodiversità sono beni comuni globali.

In questi anni abbiamo pensato al nostro pianeta come un gigantesco supermercato, in cui tutto è a nostra disposizione e a tempo indeterminato, adesso proviamo brutalmente il senso della privazione.

D’altra parte, anche un certo romanticismo “collapsologico”, sarà rapidamente mitigato dalla brutale difficoltà dell’economia di cui il virus lascerà traccia per tuta la vita.

Speriamo che i nostri governi siano illuminati innescando liquidità nell’economia reale, creare posti di lavoro, poiché il lavoro è involontariamente “in sciopero”.

Ricostruire e salvare la democrazia, l’autoritarismo non è una soluzione.

In questi momenti di confusione, spero si rafforzino i valori spirituali maggiormente per sostenerci in questa difficile emergenza.

La Storia ci insegna che dopo una grave crisi, c’è sempre la rinascita e io auguro per tutti noi un nuovo Rinascimento, un nuovo Umanesimo.

Auguri a tutti gli studenti, docenti, personale scolastico, famiglie  dell’Istituto Alberghiero “Karol Wojtyla” di Catania che hanno affrontato con successo la didattica a distanza, nonostante le difficoltà.

 

Un grazie sempre alla splendida, energica ed efficace dirigente scolastico Daniela Di Piazza.

 

Vi auguriamo una sentita e serena Buona Pasqua da parte della struttura e della Redazione:

Dott.ssa Daniela Di Piazza (editore),

 Dott. Carlo Majorana Gravina (condirettore),

Sig.ra Maria Nicoloso (segretaria di redazione),

Prof. Giovanni Zani (webmaster),

Dott.ssa Angela Ganci (giornalista psicologo psicoterapeuta), Preside Giuseppe Adernò (presidente UCSI), e i Proff. Graziella Guerrera, Cristina Di Salvo, Tiziana Martines, Francesca Torrisi, Carmelo Licciardello, Massimo Pulvirenti, Giovanna Muni, Flavia Pulvirenti, Claudia Cardone, Alessandra Costarella e tutto lo staff che ci collabora.

 

                                                               Auguri

                                                                                       Lella  Battiato

 

 

Concorsi the Voice "Karol Wojtyla"

Ristorazione & Gare

Ultimi Articoli