Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se non si modificano le impostazioni del browser, Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su ok o un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

 

M.R.1024 X 768

ThE  VoiCe KaRol WojTyLa

Editore:  I.P.S.S.E.O.A.  "Karol Wojtyla"   dott.ssa Daniela Di Piazza,   Direttore responsabile:   dott.ssa Lella Battiato,    Reg.Tribunale di Catania 24/16

Get Adobe Flash player

News in Evidenza

Giornata delle famiglie al Museo

Federica Romeo, Graziella Guerrera

Giorno 9 di Ottobre presso casa Vaccarini, organizzata dalla Soprintendenza ai beni culturali, si è svolta la III giornata nazionale delle Famiglie al Museo.
Visite guidate, laboratori didattici, giochi, gare, racconti e proiezioni indirizzate a bambini e adulti per raccontare l’antica Festa dei Morti in Sicilia. Noi ragazze del corso turistico dell’IPSSEOA “ Karol Wojtyla”, del plesso di via Anfuso lo abbiamo vissuto da protagoniste.

Avevamo studiato i giochi della tradizione siciliana insieme a Valentina Coppola e Stefania Pappalardo, ex allieve della scuola che negli anni precedenti avevano tanto collaborato con le iniziative della Soprintendenza. È stato quasi un passaggio di testimone. Quante scoperte di giochi sconosciuti e quanta agitazione per la nostra prima uscita ufficiale! La mattina di giorno 9 c’era un gran movimento in quella antica e piccola casa del grande architetto Vaccarini: le giovani animatrici, così ci hanno chiamate per tutta la giornata, si preparano, indossano le magliette firmate Nicchi Nacchi, frutto del lavoro dei ragazzi dello scorso anno, i palloncini volano di qua e di là, una nuova aria di festa e carica di sapere e di emozione invade il quartiere un po’ degradato. C’è chi si affretta a finire l’allestimento del piccolo museo ,ci sarà una mostra assolutamente gratuita e nostalgica. Fanno bella mostra di se i vecchi giochi recuperati con la collaborazione di tutti, anche nostra, facendo incursioni negli armadi, dei garage, negli scatoloni e nei bauli di nonni , zie. Ci sono giocattoli degli anni ’30,’40,’50,’60 e ’70. E poi c’è una bancarella con il cibo della tradizione per la festa dei morti ,ci sono proiezioni di video e tanti, tantissimi giochi per i piccoli ospiti. Abbiamo condiviso l’intento della  Soprintendente dott .ssa  Patanè  ,della dott.ssa Maria Teresa Di Blasi , funzionaria della Soprintendenza , e di tutti gli altri che l’avevano ideata . questo è il motto : Vogliamo una giornata in cui tutta la famiglia si ritrovi assieme al museo per godere dell'arte di altri tempi, per scoprire il territorio in cui vive e le sue tradizioni, per imparare divertendosi, per crescere confrontandosi con gli altri.

I bambini vengono invitati ad entrare da Carola che per l’occasione diventa la fata turchina, da Giulia che compita ed in divisa rappresenta il lato seri della scuola e da tutti noi pronte a giocare e a metterci in gioco. Si Signori , non i videogiochi, ma i giochi del passato dallo sciancatello alla palla avvelenata , regina reginella  ve li ricordate ? e tutte le filastrocche di una volta ? Emozionanti viaggi infiniti nel tempo che restano conservati  in un cassetto della nostra  mente . Ma nulla è perduto e nulla sarà dimenticato. Una giornata sensazionale ,con tanti bambini,  un museo che  si  è trasformato  in   uno spazio colmo di colori, risa, voci, movimenti, domande, musiche; in  un luogo da scoprire, in cui ascoltare delle storie, in cui giocare, chiedere, creare, inventare, rappresentare. Insomma , ci sarà una prossima volta ? Speriamo di si e noi ci saremo e…. Ricordatevi, siamo tutti ,in qualche angolo nascosto del nostro cuore, ancora bambini


Federica Romeo III O AT –

Prof Graziella Guerrera

     


 

Concorsi the Voice "Karol Wojtyla"

Ristorazione & Gare