Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se non si modificano le impostazioni del browser, Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su ok o un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

 

M.R.1024 X 768

ThE  VoiCe KaRol WojTyLa

Editore:  I.P.S.S.E.O.A.  "Karol Wojtyla"   dott.ssa Daniela Di Piazza,   Direttore responsabile:   dott.ssa Lella Battiato,    Reg.Tribunale di Catania 24/16

Get Adobe Flash player

The lyric concert del Sesto Senso Opera Festival

Carlo Majorana Gravina

 

Hanno combinato le due prime lettere, le “s” del proprio acronimo, richiamando il simbolo grafico del paragrafo, immaginiamo per scaramantica prudenza e modestia, ma alla prova dei fatti diventerà un capitolo dei più significativi per il rilancio culturale di Taormina e della Sicilia.

“Sesto Senso Opera Festival”, al galà lirico finale “Le grandi voci. The lyric concert” si è presentato in forze, esibendo le ugole d’oro nostrane Desirée Rancatore (soprano leggero), Nicola Alaimo (baritono), Daniela Schillaci (soprano) e Marcello Giordani (tenore), con la Medisonus Orchestra, una selezione accurata dei professori dell’orchestra del Teatro Massimo “Vincenzo Bellini” di Catania, diretta dall’esperta bacchetta del M° Antonino Manuli. Regia di Bruno Torrisi.

Una formula particolarmente seducente, nella quale, soprattutto nella seconda parte, piuttosto che alle romanze, è stata data prevalenza ai duetti d’opera.

La serata è stata condotta col proverbiale brio da Salvo La Rosa con la giornalista Michela Italia a fargli da spalla che, a sua volta, ha esibito particolare inusuale competenza.

Si è dato pure spazio al sociale di talento, per stare al pari di Bellini, Verdi, Donizzetti ed altri. Attesa con affetto, è salita sul palco Alfina Fresta, ipovedente affetta da tetraparesi spastica, la cui voce potente e penetrante le fanno superare. Giordani ha duettato con lei, mantenendo la promessa di farla cantare al Teatro Antico di Taormina il giorno del suo compleanno.

Un grande concerto, arricchito dalla particolare emozione suscitata nel pubblico da quest’ultimo duetto, per chiudere questa prima felice stagione del “Sesto Senso Opera Festival”.

Riepilogando, nelle cinque serate al Teatro Antico di Taormina, è stata eseguita con replica “Il Rigoletto” di Giuseppe Verdi; i brani di musica armonica naturale (solisti del “Sesto Armonico”) implementati dal recital lucio! di Ron dedicato al compianto Lucio Dalla, per il segmento pop d’autore; da ultimo il  “The lyric concert” di cui si è già detto.

Direttore artistico per la lirica il M° Marcello Giordani, a curare il pop il versatile M° Peppe Vessicchio. Produttore esecutivo Umberto Sturniolo (Orangeblu).