Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se non si modificano le impostazioni del browser, Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su ok o un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

 

M.R.1024 X 768

ThE  VoiCe KaRol WojTyLa

Editore:  I.P.S.S.E.O.A.  "Karol Wojtyla"   dott.ssa Daniela Di Piazza,   Direttore responsabile:   dott.ssa Lella Battiato,    Reg.Tribunale di Catania 24/16

Get Adobe Flash player

News in Evidenza

Ritorno trionfale dell’orchestra del “Bellini” di Catania, condotta con brio da Carmen Failla, al teatro “Garibaldi” di Modica con  famose colonne sonore americane

Carlo Majorana Gravina

 

La scommessa del sovrintendente del “Garibaldi” di Modica, Tonino Cannata, di rilanciare il suo teatro con eventi di grande appeal ormai e stravinta. Avvalendosi, per la stagione musicale, dell’accorta professionale direzione artistica del Maestro Giovanni Cultrera, al “Garibaldi” si sono susseguiti eventi e serate  di successo.

Il recente concerto dell’ Orchestra del Teatro Massimo “V. Bellini” di Catania, tornata a Modica per la terza volta nella stagione, con un programma tutto incentrato sulle colonne sonore americane, si è concluso con i soliti sold out e standing ovation.

Un concerto di grandissimo prestigio, con i professori dell'Orchestra etnea al completo, impegnati in “American Movies”, un programma scintillante con le musiche dei film:  Hollywood Blockbuster di Horner, Theme from 007 di Barry,
H. Mancini,     Moon      river        di Ford, Go     West di Badelt, Pirati dei Caraibi di Morricone, The Mission, Gabriel’s oboe di
Silvestri con l'eccellente prestazione di Stefania Giusti all'oboe; ancora un tributo     al     grande John    Williams con Superman March, E.T. l’Extra-terrestre, Flying theme, Indiana Jones, I predatori dell’arca perduta, Raiders' March - Star Wars - suite sinfonica.

Un programma impegnativo affrontato con piglio sicuro dal direttore d’orchestraLa direzione orchestrale impeccabile è stata di Carmen Failla, nota direttrice e compositrice, la quale dal 1980 collabora con il Teatro Massimo Bellini di Catania, ricoprendo attualmente il ruolo di Direttore Musicale di Palcoscenico.

Nel suo curriculum, Failla vanta collaborazioni presitigiose con Alain Lombard, Zoltan Pesko, Maurizio Arena, Richard Bonynge, Donato Renzetti, Hans Graf, Gustav Kuhn. Ha diretto numerose orchestre, avvalendosi della partecipazione di cantanti quali Marcello Giordani, Simone Alaimo, Denia Mazzola Gavazzeni, Gregory Kunde, Désirée Rancatore.

Anche in questa circostanza registrato il tutto esaurito e calorosissimi applausi, ai quali ha fatto seguito a grande richiesta la commovente riproposizione di Schindler's List, eseguito con rara maestria dal primo violino Vito Imperato e da tutti i professori d'Orchestra. Questa toccante esecuzione che resterà nei cuori di tutti i presenti, sia per l'altissimo profilo artistico e sia per il profondo significato umanitario, è stata preceduta dall'auspicio della Failla “dedichiamo questo brano a tutte le persone che hanno sofferto e che non ci sono più. Il nostro ricordo come impegno affinché questo tipo di tragedie non avvengano più”.

Il direttore artistico della stagione, Giovanni Cultrera, a sua volta  “Sono onorato di ospitare per la terza volta in poco tempo, al Teatro Garibaldi di Modica, l’Orchestra del Teatro “Bellini” di Catania a testimonianza di una consolidata collaborazione artistica con il sovrintendente Roberto Grossi e il direttore artistico Francesco Nicolosi. Abbiamo seguito un concerto davvero memorabile, dal sapore di grandissimo evento internazionale, offerto alla città di Modica ed ai tanti turisti presenti”. “Un grande evento per Modica, spiega il sovrintendente Tonino Cannata, sicuramente un’importantissima occasione che impreziosisce ulteriormente la stagione musicale promossa dalla nostra Fondazione e che anche grazie ad appuntamenti come questo, rappresenta una grande attrattiva di grande valenza culturale per tutto il Sud Est siciliano”.

 

 

Ristorazione & Gare