Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se non si modificano le impostazioni del browser, Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su ok o un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

 

M.R.1024 X 768

ThE  VoiCe KaRol WojTyLa

Editore:  I.P.S.S.E.O.A.  "Karol Wojtyla"   dott.ssa Daniela Di Piazza,   Direttore responsabile:   dott.ssa Lella Battiato,    Reg.Tribunale di Catania 24/16

Get Adobe Flash player

A Palazzo degli Elefanti si rinnova la tradizione del Pranzo di San Giuseppe

 


E' una tradizione che si rinnova, il pranzo di San Giuseppe nella corte di Palazzo degli Elefanti a favore dei cittadini che vivono in condizioni di disagio socio-economico. 
L'iniziativa è stata promossa dal sindaco Salvo Pogliese e dal presidente del Consiglio comunale Giuseppe Castiglione,  con l'organizzazione della Casa del Sorriso della Parrocchia Santa Maria delle Grazie in Carruba di Ognina, retta dal parroco Mario Torracca. 
“Il Comune può contare su un collaudato sistema mense in città  – ha detto l'assessore ai Servizi sociali Giuseppe Lombardo - ma questo pranzo di solidarietà all'interno del Palazzo degli Elefanti, come già  in occasione delle festività agatine, intende trasmettere un importante segnale di vicinanza e solidarietà oltre che di attenzione dell'Amministrazione per le politiche sociali”. 
“Rinnovo la vicinanza e l'apertura alla città di tutto il Consiglio comunale – ha sottolineato il presidente Castiglione - e ringrazio quanti hanno reso possibile questo appuntamento conviviale ma dalla grande valenza simbolica”.
Padre Torracca si è soffermato sulla "perfetta simbiosi" che si è creata tra l'amministrazione comunale e la rete della solidarietà della Chiesa.
Hanno collaborato alla realizzazione dell'iniziativa la Casa della Mercede, il Sovrano Ordine di San Giovanni di Gerusalemme Cavalieri di Malta, Prestipino, privati cittadini desiderosi di dare un contributo. 
Il pranzo è stato preceduto da un momento di raccoglimento e dalla benedizione di monsignor Salvatore Genchi, vicario generale dell'Arcidiocesi di Catania. Erano presenti anche il presidente della commissione consiliare "Servizi sociali" Sebastiano Anastasi,  il capo di Gabinetto del Sindaco Giuseppe Ferraro,  diversi consiglieri comunali.
Sono stati oltre venticinque i volontari della Casa del Sorriso, e della Casa della Mercede, che hanno servito ai tavoli  il classico “maccu”, salsiccia e cotolette, frittatine con insalata e patate a forno, frutta e, per finire, le immancabili zeppole di San Giuseppe.

Concorsi the Voice "Karol Wojtyla"