Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se non si modificano le impostazioni del browser, Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su ok o un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

 

M.R.1024 X 768

ThE  VoiCe KaRol WojTyLa

Editore:  I.P.S.S.E.O.A.  "Karol Wojtyla"   dott.ssa Daniela Di Piazza,   Direttore responsabile:   dott.ssa Lella Battiato,    Reg.Tribunale di Catania 24/16

Get Adobe Flash player

Volalibro, con la scelta del nuovo logo va in archivio l’edizione 2019

Domenica la serata conclusiva al teatro Tina Di Lorenzo

Promossi i nuovi format e i nuovi laboratori. Appuntamento al 2020

Noto, 26 marzo 2019

L’11^ edizione di Volalibro, il Festival della Cultura per i Ragazzi va in archivio con una importante novità: il nuovo logo che dal 2020 sostituirà quello utilizzato fino ad adesso. Apprezzamenti, inoltre, per il nuovo format: la programmazione è piaciuta alle scuole coinvolte e la scommessa lanciata dall’amministrazione comunale di rinnovare una manifestazione già collaudata è stata vinta grazie anche alla voglia di mettersi in gioco delle organizzatrici Renata Prado e Agnese Puzzo.

Il nuovo logo di Volalibro è quello ideato dal netino Vincenzo Rizza: un nuovo font per la scritta e un libro-aquilone come decoro. È stato presentato durante l’ultima serata della manifestazione, quella che si è svolta al teatro Tina Di Lorenzo domenica e che è stata presentata dall’attrice netina Aurora Miriam Scala.

Sul palco i protagonisti dei laboratori e degli incontri organizzati in queste 2 lunghe settimane di Volalibro, ma anche i rappresentanti dell’amministrazione comunale, con in testa il sindaco Corrado Bonfanti e gli assessori alla Cultura Frankie Terranova e al Turismo Giusi Solerte.

«Crediamo molto nelle nuove generazioni - ha detto il sindaco Corrado Bonfanti - e investiamo nella loro formazione. Per questo Volalibro è un appuntamento irrinunciabile della nostra programmazione culturale».

Parole a cui hanno fatto eco quelle dell’assessore Frankie Terranova: «Quella che si è chiusa è stata un’edizione zero di un format nuovo ma già convincente. Va ancora sviluppato verso alcune direzioni ben precise, soprattutto negli aspetti che riguardano le collaborazioni, ma siamo convinti di essere sulla strada giusta».

L’ultimo atto di Volalibro 2019 è stato lo spettacolo “Chet!”, con Giovanni Arezzo protagonista sul palcoscenico per raccontare la storia del trombettista bianco Chet Baker.

 

Didascalie foto:

Foto1: i protagonisti di Volalibro sul palcoscenico del teatro Tina Di Lorenzo

Foto2: l’assessore Terranova, la presentatrice Scala e l’assessore Solerte

Foto3: l’intervento del sindaco Corrado Bonfanti

In allegato anche il nuovo logo di Volalibro, ideato da Vincenzo Rizza

 

 

 

Concorsi the Voice "Karol Wojtyla"