Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se non si modificano le impostazioni del browser, Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su ok o un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

 

M.R.1024 X 768

ThE  VoiCe KaRol WojTyLa

Editore:  I.P.S.S.E.O.A.  "Karol Wojtyla"   dott.ssa Daniela Di Piazza,   Direttore responsabile:   dott.ssa Lella Battiato,    Reg.Tribunale di Catania 24/16

Get Adobe Flash player

Solidarietà ai tempi del Covid-19: i dipendenti della Sezione INFN di Catania

donano i loro buoni pasto in favore di famiglie bisognose

Sono molte le iniziative di solidarietà che si susseguono in questi tempi di coronavirus e la Sezione INFN di Catania, una delle due sedi dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, presente nel territorio siciliano, ha deciso di dare un segno tangibile della propria vicinanza a chi, in questo momento così difficile, sta soffrendo gli effetti collaterali di questa emergenza che non è soltanto sanitaria ma anche sociale ed economica. Immediatamente prima di Pasqua, i dipendenti della Sezione INFN di Catania, hanno deciso di donare i loro buoni pasto e trasformarli in beni di prima necessità da donare a famiglie bisognose. “È stata una iniziativa partita direttamente dai dipendenti - dice la Prof.ssa Alessia Tricomi, direttore della Sezione INFN di Catania - che ho accolto e sostenuto con estrema convinzione perché ho percepito il forte desiderio del personale INFN di poter contribuire, ciascuno con la sua disponibilità, a dare un segnale tangibile per superare questo difficile momento e un sostegno a chi si trova a viverlo con la criticità anche della mancanza di uno stipendio certo. Sono stati i dipendenti della Sezione che si sono attivati donando, contribuendo a prendere contatti con supermercati e associazioni, e seguendo tutte le fasi che hanno consentito di donare un contributo pari a circa 800 buoni pasto a famiglie bisognose. I buoni raccolti sono stati trasformati in spesa e distribuiti alle famiglie bisognose grazie alla disponibilità e l’impegno profuso anche dalla Croce Rossa Italiana – Comitato di Catania e dal Banco Alimentare della Sicilia Onlus che hanno sposato l’iniziativa e si sono attivati per la consegna e la distribuzione sul territorio. Andrà tutto bene – continua la Prof.ssa Tricomi - ci crediamo tutti ma credo che con questo gesto i dipendenti della Sezione abbiano dimostrato non solo di crederci a parole ma anche con i fatti e di voler contribuire in modo fattivo alla ripartenza. Il merito è loro non mio ma a me rimane il grande orgoglio di rappresentare questo Ente che è sempre presente nel Territorio sia con l’eccellente attività di ricerca scientifica che porta avanti da tantissimi anni ma anche grazie al valore umano e sociale che il suo personale esprime.

Concorsi the Voice "Karol Wojtyla"