Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se non si modificano le impostazioni del browser, Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su ok o un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

 

M.R.1024 X 768

ThE  VoiCe KaRol WojTyLa

Editore:  I.P.S.S.E.O.A.  "Karol Wojtyla"   dott.ssa Daniela Di Piazza,   Direttore responsabile:   dott.ssa Lella Battiato,    Reg.Tribunale di Catania 24/16

Get Adobe Flash player

A Maria Falcone il libro “Io non c’ero”. Nicolò Mannino: “La cultura distrugge ogni mafia”

Palermo – A Maria Falcone il libro “Io non c’ero”. Nicolò Mannino: “La cultura distrugge ogni mafia”. «Un incontro amichevole e ricco di stima quello tra Maria Falcone, sorella del giudice Giovanni Falcone e Nicolò Mannino, presidente del Parlamento della Legalità Internazionale coronato con un dono: la consegna del libro “Io non c’ero” ecco cosa sanno i giovani di Falcone e Borsellino dopo venticinque anni dalle stragi del 92. L’incontro si è svolto nell’aula magna del “Crispi” in occasione della prima convocazione di tutti i referenti dei progetti culturali della Sicilia già in azione per programmare le iniziative per il prossimo 23 maggio 2018. Maria Falcone, socia del Parlamento della Legalità Internazionale, ha gradito l’iniziativa e il dono del libro – curato sia da Nicolò Mannino che dal giornalista Pino Nazio della Rai – arricchito da uno studio accurato sulle stragi e dalla nascita del Parlamento della Legalità Internazionale a firma di Salvatore Sardisco (Vice presidente del movimento) inviando un abbraccio a tutti i giovani che cooperano a favore di una cultura di legalità e di giustizia. Il testo porta la prefazione del Ministro  della Giustizia Andrea Orlando. “Tantissimi studenti – dice Nicolò Mannino – da tutta Italia coordinati da dirigenti scolastici sensibili e docenti motivati al tema dell’Educazione alla Legalità e Cittadinanza attiva, hanno curato un valido questionario curato dall’amico Pino Nazio e poi hanno incoraggiato la creatività di tanti alunni e alunni a dire con cuore un sentito “Grazie” a uomini come Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Loro venticinque anni fa non erano nati ma hanno saputo della solarità, della professionalità e dell’umanità di uomini senza prezzo come Giovanni e Paolo e hanno scritto quanto di più vero e di bello si può dire per chi dà la vita per valori forti come la giustizia, la legalità vera, la solidarietà, la pace e la fraternità”. Nicolò Mannino consegna a Maria Falcone il libro dopo aver scritto la dedica che non è scontata, ma sigilla un rapporto amichevole e culturale tra i due; “A Maria Falcone con l’affetto di sempre, Nicolò Mannno” – Maria Falcone, legge sorride e scatta l’abbraccio fraterno, amichevole di quelli che imprevedibilmente dice tutto e che le parole non sanno commentare – Maria Falcone ha grande ammirazione per il lavoro culturale del Parlamento della Legalità Internazionale tant’è che non ci ha pensato due volte a dare il patrocinio al primo convegno di questo movimento apartitico, interconfessionale e interreligioso che in diverse regioni d’Italia ha già piantato ben sedici ambasciate di “dialogo a colori”. E’ stato proprio Nicolò Mannino a chiedere anni fa al sindaco del Comune di San Cipirello (a due passi da San  Giuseppe Jato e pochi chilometri da Corleone) il conferimento della Cittadinanza Onoraria sia a Maria Falcone che ad Alfredo Morvillo, oggi Procuratore della Repubblica di Trapani e fratello di Francesca Morvillo morta nella strage del ‘92 con l’uomo che amava Giovanni Falcone. In questo momento tanti dirigenti scolastici stanno chiedendo alla casa editrice di inviare copie del volume “Io  non c’ero” (basta inviare una email a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) e poi scatta la festa, l’evento culturale che commemora sia il sacrificio di Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e gli agenti di scorta, ma ci si prepara a celebrare il 70esimo Anniversario della promulgazione della Costituzione Italiana. E anche per questo evento Nicolò Mannino e Maria Falcone hanno controfirmato un singolare attestato culturale da consegnare a chi crede che “Insieme si può debellare ogni fonte di sub-cultura di violenza”. Ma di questo ne parleremo dopo, visto che in casa Parlamento della Legalità Internazionale fervono le iniziative per questo 70esimo della nostra Costituzione italiana. “Ringrazio  di cuore – conclude Nicolò Mannino – quanti stanno prenotando e acquistando il libro consegnato a Maria Falcone che per me è come averlo messo fra le mani di Giovanni, poiché da ben venticinque anni Maria Falcone, che è voce di incoraggiamento in casa Parlamento della Legalità Internazionale, porta ovunque lo zelo la solarità e la determinazione di Giovanni per incoraggiare i giovani a dire coerentemente e decisamente un NO secco e deciso contro ogni forma di violenza che uccide la speranza e annienta la dignità dell’uomo”». 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Giuseppe Longo

Concorsi the Voice "Karol Wojtyla"