Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se non si modificano le impostazioni del browser, Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su ok o un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

 

M.R.1024 X 768

ThE  VoiCe KaRol WojTyLa

Editore:  I.P.S.S.E.O.A.  "Karol Wojtyla"   dott.ssa Daniela Di Piazza,   Direttore responsabile:   dott.ssa Lella Battiato,    Reg.Tribunale di Catania 24/16

Get Adobe Flash player

News in Evidenza

L’Istituto Alberghiero “Karol Wojtyla” di Catania premiato a Messina palazzo Zanca (Municipio) per il progetto Comenius “Le mariage, toute un’autre histoire”

Reportage prodotto dall’emittente televisiva Azzurra TV ch 194-661

Carlo Majorana Gravina

L’Istituto Alberghiero “Karol Wojtyla” di Catania anche quest’anno ha ottenuto il riconoscimento “Benemerito della cultura, dell’arte, del turismo e della solidarietà” assegnato in occasione della Settimana della Cultura, XXIV Premio “N. Giordano Bruno” organizzata dall’Accademia Internazionale “Amici della Sapienza”, diretta da Teresa Rizzo. La consegna del doppio riconoscimento è avvenuta nel corso della cerimonia di chiusura venerdì 17 marzo, a Messina palazzo Zanca (Municipio) sala delle bandiere, che ha premiato il progetto e il servizio televisivo relativo al Comenius “Le mariage, toute un’autre histoire” in lingua francese, coordinato dai docenti Alessandra Costarella e Mario La Rosa insieme a Claudia Cardone con la collaborazione della prof. Graziella Guerrera e altri docenti, nonché Sala Cucina Ricevimento e il contributo dato dalle dott. Teresa Di Blasi e Rosy Orlando Soprintendenza Beni CUlturali. L’interessante reportage, condotto da Lella Battiato, è stato realizzato in sinergia con l’emittente televisiva “Azzurra TV ch 194-661”, rappresentata dall’ing. Rino Laquidara, che da sempre si distingue nel territorio per l’impegno socioculturale, indagando realtà poco conosciute, ma spaziando anche a livello nazionale e internazionale. La ricaduta del servizio documentario e del progetto in collaborazione tra l’Istituto Alberghiero, dirigente scolastico Daniela Di Piazza con scuole professionali Belgio, Francia, Germania e Spagna, coinvolge e incide sul patrimonio culturale ed etnico interfacciandosi in rete con le nazioni europee partecipanti.

Un folto pubblico nella serata conclusiva che ha coinvolto numerose scuole, con tanti premi per gli alunni messinesi e della provincia. Il Premio “N. Giordano Bruno” è organizzato dall’Accademia Internazionale “Amici della Sapienza” onlus Messina con il Patrocinio Assemblea Regionale Siciliana, Università Studi Messina, Assessorato Cultura Comune Messina, Club Siciliano Messina per l’UNESCO. La manifestazione, all’insegna della trasmissione dei valori, trattando parecchie tematiche e i ragazzi autori dei versi scritti, lasciano trasparire una grande armonia e delicatezza di sentimenti, è stata coordinata da Teresa Rizzo e Lorenza Mazzeo. Presidente del comitato scientifico il primario endocrinologo Letterio Calbo, e del Senato Accademico Prof. Paolo Calabrese, insieme alla conduzione di Lella Battiato che coordina la prestigiosa sede del premio di Catania con, e dalla Sezione staccata di Catania da lei diretta insieme al comitato composto dai dr. Giuseppe Santangelo, prof. Vito Leanza e Carlo Majorana Gravina

I ragazzi autori dei versi scritti, lasciano trasparire una grande armonia e delicatezza di sentimenti.

Per la sezione poesia in lingua sono stati premiati: al terzo posto Salvatore Gazzara, al secondo Cosimo Forestieri e al primo Maria Morganti. Per la poesia in vernacolo sono stati premiati: terzo Mimma Scimone, secondo Giusi Baglieri e prima Santina Folisi. La sezione narrativa ha visto vincitori al secondo posto Giuseppe Mandia e al primo Giovanni Mati. I premi della sezione saggistica sono andati ad Antonio Pogliese e Stefania Torrasi. I primi premi assoluti dedicati alle scuole messinesi sono andati al “Pascoli Crispi” all’alunna Alessia Micali III C e al ”La Farina Basile” alla studentessa Maria Virecci II B.

Altri premi agli IC Statali: “Boer – Verona Trento” dirigente Antonio Sabato, “Enzo Drago” dir. Giuseppa Scolaro, “Evemero da Messina” dir. Cosimo D’Agostino, “Foscolo – Juvara” dir. Vincenzo Roberto Trimarchi, “Cannizzaro – Galatti” dir. Giovanna Egle Candida Cacciola, “Mazzini – Gallo” dir. Venera Munafò, “Gravitelli” Concetta Quattrocchi, “Albino Luciani” Grazia Patanè,”Mazzini” Domenico Genovese, “Antonello” Maria Muscherà. IT Trasporti e Logistica dir. Maria Schirò, ITES “A. M. Jaci” Giovanna Messina, ITI “Ettore Majorana” Stellario Vadalà, “F. Maurolico” Rosaria Abate, liceo scientifico “G. Seguenza” Lilia Leonardi. Paritario “Leone XIII” Suor  Domenica Salerno, “San Giovanni Bosco” Rosario Norrito.

I riconoscimenti del XXIV Premio “N. Giordano Bruno” sono andati a : Giuseppe Di Fazio, giornalista professionista caporedattore centrale quotidiano La Sicilia dal 1998, insegna all’università di Catania dipartimento Scienze umanistiche, ha condotto numerose inchieste in campo sociale e sull’educazione non ultima quella sulla formazione professionale in Sicilia svolta con equilibrio e competenza e autore di numerosi saggi. È stato sempre esempio di verità e certezza civica e morale per le generazioni future. Durante il premio ha consegnato il volume celebrativo dei 70 anni de  La Sicilia, che suggella il rapporto tra l’Accademia Internazionale e il quotidiano.

Fabio Costanzo attore catanese si è imposto nel panorama di cinema, televisione e teatro in Italia e all’estero lavorando con Luca Zingaretti nella serie tv “Il commissario Montalbano”, con Carlo Verdone in “Bianco, rosso e Verdone” e nella serie Rai “La mafia uccide solo d’estate”. Ha allietato il pubblico regalando delle gag ricche di umor.

Giuseppe Leonardi dirigente medico cardiologia Resp. U.O.S. “Scompenso-Cardiaco” A.O.U. “Policlinico – V. Emanuele Catania”, ha operato attivamente presso unità coronarica dell’Ospedale Niguarda Ca’ Granda di Milano reparto storicamente famoso per la cura delle coronaropatie, centro internazionale di riferimento e partenza per gli studi che hanno determinato la storia della fibrinolisi nell’infarto miocardio acuto. Attualmente assiste pazienti con cardiomiopatie in stadio avanzato, sia in fase di diagnosi che di terapie, esecuzioni di screening pre-trapianto, valutazione di idoneità alla procedura, assistenza ai pazienti trapiantati sia nell’attività di prevenzione, complicanze che di terapie. Ritira dott. Fabio Santagati.

L’emittente televisiva “Azzurra TV ch 194-661”, rappresentata dall’ing. Rino Laquidara, in sinergia con  l’Istituto Alberghiero “Karol Wojtyla” di Catania, dirigente scolastico Daniela Di Piazza, per il servizio televisivo relativo al progetto Comenius “Le mariage, toute un’autre histoire”in lingua francese, coordinato dai docenti Alessandra Costarella e Mario La Rosa insieme a Claudia Cardona e la preparazione enogastronomica a cura dello chef d’arte Calogero Matina e la prestigiosa squadra di docenti e alunni impegnati sala ricevimento e cucina, e tutti gli operatori che hanno contribuito all’interessante evento. L’interessante reportage, condotto da Lella Battiato, si distingue nel territorio per l’impegno socioculturale, indagando realtà poco conosciute, ma spaziando anche a livello nazionale e internazionale.

Bruna Piazza, coordinatrice regionale del Centro Trapianti, lavorando in un settore complesso e delicato come quello della donazione degli organi; Raffael Luigi, docente discipline artistiche, psicarte e design; Anna Francesca Biondolillo, presidente dell’associazione culturale “Il Tempio” di Palermo; Stello Vadalà, dirigente scolastico e autore di numerosi saggi; Vittorio Basile, scultore e poeta di Barcellona Pozzo di Gotto e infine un premio alla memoria di Maria Costa.

Benvenuti anche gli ospiti premiati di quest’anno, simbolo della cultura che induce alla correttezza, capace di attrarre e sedurre

 

Concorsi the Voice "Karol Wojtyla"

Ristorazione & Gare

Ultimi Articoli