Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se non si modificano le impostazioni del browser, Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su ok o un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

 

M.R.1024 X 768

ThE  VoiCe KaRol WojTyLa

Editore:  I.P.S.S.E.O.A.  "Karol Wojtyla"   dott.ssa Daniela Di Piazza,   Direttore responsabile:   dott.ssa Lella Battiato,    Reg.Tribunale di Catania 24/16

Get Adobe Flash player

News in Evidenza

Messina, nel Salone delle Bandiere cerimonia di consegna premio “Amici della Sapienza” e riconoscimenti “Nunzio Giordano Bruno” XXV edizione

  Assegnati a illustri personaggi ed eccellenze siciliane  nel panorama della scienza: Giacomo Cuttone e Rosario Vecchio, per le istituzioni Alberto Francini questore di Catania e il magistrato Tommaso Francola

 Lella Battiato Majorana

 

Una serata prestigiosa, consapevole del proprio valore, un evento che costruisce ponti con importanti realtà culturali siciliane e non, per valorizzare il territorio nel panorama internazionale, diffondere la cultura tra i giovani e sostenere scambi interculturali.

Una manifestazione che emoziona sempre e stupisce, è l’obiettivo dell’Accademia internazionale “Amici della Sapienza” onlus, che nell’ambito della Settimana della solidarietà, dell’arte, della cultura e del turismo ha inaugurato la mostra di pittura e scultura “Itinerario dell’Arte 2018”, allestita nel Salone delle Bandiere del comune  di Messina.

 

Il pomeriggio culturale e artistico è stato coordinato con armonia dalla prof. Teresa Rizzo, rettore dell’Accademia, per la consegna dei premi: “Amici della Sapienza”, speciale scuola XXII edizione, riservato agli alunni degli istituti di 1° e 2° grado; letterario “Nunzio Giordano Bruno”, XXVI edizione; i riconoscimenti “Nunzio Giordano Bruno” 2018 assegnati a benemeriti della scienza, della cultura e della solidarietà.

 

Conduttrici della kermesse le dott. Lorenza Mazzeo, giornalista e medico, e Lella Battiato Majorana, giornalista televisiva e psicoterapeuta.

Hanno presenziato e partecipato i dirigenti scolastici della “Mazzini Gallo” Ausilia Di Benedetto e del comprensivo “Enzo Drago” Giusi Scolaro; nonché la scrittrice Bruna Filippone, componente della commissione nazionale “Pari Opportunità” del MIUR e il vicepresidente del Cesv Ennio Marino.

Membri della giuria del premio letterario “Giordano Bruno”, presieduta dalla prof. Paola Colace Radici dell’Università di Messina: proff. Abbate, Di Benedetto, Rando e Schepis.

 

I premi per la sezione prosa, sono stati assegnati: primo Giovanni Mati “Confessioni di una cortigiana al tempo del sacco di Prato” ; secondo Renato Di Pane “John Bale e la leggenda di Ashkan”; terzi ex aequo Gianna Botti “I quattro segreti di Irlanda” e Mimma Scimone “Lungo l’altra strada”. Per la sezione poesia in lingua: primo Salvatore Gazzara con”Sei solo un sogno”; secondo Cristian Mariani con “Follia di foglia”; terzi premi ex aequo Maria Romanetti con “Ti va un tramonto” e a Salvatore D’Aprano con “Portami con te”.

 

Consegnati ai benemeriti della cultura, scienza, istituzioni e solidarietà i riconoscimenti “Giordano Bruno 2018”: dott. Domenico Carteri presidente del Centro culturale “Villa Zephiros” di Ferruzzano (RC).

E ancora: l’eccellente performer, attore teatrale, cinematografico e regista Daniele Ganciaruk; dott. Giuseppe La Greca, tributarista, scrittore, storico del Comune di Lipari; avv. Gianfranco Procopio, componente del direttivo dell’associazione “Civitas Bruniana”; dott. Nicodemo Vitetta, presidente del Club per l’Unesco e dell’Unpli di Gioiosa Jonica.

 

Il Dott. Alberto Francini, questore di Catania, che da 36 anni è al servizio dei cittadini; ringrazia la platea, i docenti che svolgono un’azione fondamentale nella società insieme alle famiglie, alunni, dirigenti e il comitato organizzatore sostiene “la sicurezza sta subendo un cambiamento che in altri campi è già avvenuto” utilizza una metafora sul cambiamento epocale, come nel mondo della medicina, nello specifico quella preventiva, continua “la stessa trasformazione, anche culturale e dei sistemi organizzativi  in evoluzione in questi ultimi 10 anni passa dalla sicurezza, che non è più compito specifico degli addetti ai lavori, ma procede per il 50%  attraverso la consapevolezza e la partecipazione attiva dei cittadini, così il poliziotto guida il cittadino nelle buone pratiche”.

 

Il Prof. Giacomo Cuttone, direttore dei Laboratori Nazionali del Sud (LNS) Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, osserva “questa serata rappresenta la dimostrazione che la Sicilia possiede delle eccellenze e i risultati che stiamo ottenendo ci incitano a crescere. I neutrini, da Ettore Majorana in poi, particelle stranissime ci aiutano a capire come si è formato e si evolve l’universo”. Continua “stiamo realizzando una grande infrastruttura di ricerca, un telescopio sottomarino a 35 metri di profondità, 100 km al largo di Capo Passero, un progetto a livello internazionale che permetterà di rilevare neutrini di altissima energia e completare la conoscenza geofisica,vulcanologica, dal punto di vista della biologia marina del nostro mare Mediterraneo, in un punto che è cruciale per la presenza dei vulcani come l’Etna, le grandi faglie per conoscere meglio il nostro mare, la nostra regione”.

 

Dott. Tommaso Francola, Consigliere della Corte d’Appello di Catania, sottolinea “occupandomi nell’ultimo decennio di problemi familiari, crisi di coppie, affidamento dei figli, seguendo l’evoluzione legislativa e di costume, basti pensare all’affidamento condiviso, regola generale nelle coppie che si separano; ci sono anche questioni di umanità, il trauma per la separazione dai loro genitori e verificare ogni singolo caso, per trovare la soluzione migliore, sono tante le novità, non bisogna trascurare l’interesse dei minori che ha la priorità”. Ha consegnato il premio il prof. Vito Leanza associato di Ginecologia e Ostetricia Università Catania, che evidenzia “mi sento onorato e mi carica premiare personalità così prestigiose, ma per noi chirurghi è importante, e carica, la salute dei pazienti, cercare con scienza e coscienza di fare tutto affinché essi gauriscano”. Cita una frase di Sallustio “con al concordia le piccole cose crescono, con la discordia le cose vanno in rovina”, una attenta e saggia riflessione che va bene in tutti i campi ma lo è di più nella medicina.

 

Prof. Rosario Vecchio, direttore del Centro di Ricerca e responsabile dell’U.O. di chirurgia laparoscopica del Policlinico di Catania; che invita a riflettere sulle possibilità di trasmettere in questa manifestazione, “grazie alla presenza dei ragazzi, trasmettiamo valori in cui abbiamo creduto, ricerca, insegnamento, chirurgia laparoscopica mini-invasiva per me motivo principale della mia esistenza professionale, che offre grandi prospettive e vantaggi nel futuro, ormai operativa in modo sempre più frequente nelle sale operatorie”. Aggiunge “da poco un nuovissimo robot all’università di Catania, grazie al magnifico rettore Francesco Basile, che ha voluto fortemente e implementerà la qualità della chirurgia nell’azienda in cui lavoriamo”.

 

Premio alla memoria a Gilberto Idonea, attore, regista, impresario il cui riconoscimento è stato ritirato dal giornalista e saggista dott. Carlo Majorana Gravina, che fa notare “il bello di questo premio è che lo si celebra davanti ai ragazzi delle scuole in un momento in cui la scuola è in crisi”.

 

Il rettore Teresa Rizzo si è congratulata con la sezione di Catania che ogni anno coinvolge personalità di livello, “questa sera in particolare delle eccellenze che sono un gioiello per la nostra sicilianità e per la città di Catania”.

 

La giuria del Premio Speciale Scuola “Amici della Sapienza”, composta per gli istituti di 1° grado dalla dirigente Giovanna De Francesco del “Maurolico” e per gli istituti di 2° grado dalla dirigente Giusi Scolaro dell’“Enzo Drago”, ha assegnato il primo premio assoluto Speciale Scuola “Amici della Sapienza”, per gli istituti di 1° grado, ad Angela D’Andrea del paritario “San Giovanni Bosco” con la poesia “Il mare”; il primo premio assoluto per gli istituti di 2° grado è andato a Martina Parisi del liceo scientifico “Seguenza” con la poesia “Città del nulla”. Premiati anche tre studenti di ogni istituto di Messina e provincia.

Lettori dei testi premiati: il regista e attore Giuseppe Pagano e l’attrice Giovanna Sculco.

Una manifestazione, portata avanti con impegno che ogni anno avvicina giovani e adulti, richiama una vasta platea e costituisce un autentico evento.

 

Concorsi the Voice "Karol Wojtyla"

Ristorazione & Gare

Ultimi Articoli