Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se non si modificano le impostazioni del browser, Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su ok o un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

 

M.R.1024 X 768

ThE  VoiCe KaRol WojTyLa

Editore:  I.P.S.S.E.O.A.  "Karol Wojtyla"   dott.ssa Daniela Di Piazza,   Direttore responsabile:   dott.ssa Lella Battiato,    Reg.Tribunale di Catania 24/16

Get Adobe Flash player

News in Evidenza

UN RAGGIO DI SOLE IN MEZZO ALLA TEMPESTA

Gran finale al Sigep Young di Rimini 2018

Primo premio assoluto agli studenti dell’Alberghiero “Wojtyla” di Catania

Marino Martina, Cavallaro Federica, Zou Noemi, Amato Francesco

Lella Battiato Majorana*

 

Ebbene sì, un raggio di sole in mezzo alla tempesta. Tra grandi difficoltà, promesse di plessi, doppi turni, scioperi, occupazioni e tanto altro, quattro alunni (Federica, Noemi, Martina e Ciccio) iniziano gli allenamenti par partecipare al SIGEP YOUNG 2018 sotto la magistrale guida del Prof. Orazio Torrisi.

Allenamenti duri, estenuanti, durati due mesi, con prove e prove da svolgere. La regia del Prof. Torrisi è magistrale e gli attori da premio Oscar. Si sono sacrificati per un sogno … quel sogno che già era nella testa  di Torrisi fin  dall’anno precedente.

Ogni giorno i ragazzi hanno provato e riprovato e più si provava più la sicurezza si acquisiva.

Ma ecco quello che non ti aspetti. A tre giorni dalla partenza un incidente colpisce il loro Mentore che finisce all’ospedale. È panico. Si spera che non fosse niente di grave, ma allo stesso tempo si deve organizzare la partenza. Si parte, i quattro moschettieri adesso avranno un motivo in più per dare il massimo, vincere anche per il Prof., che anche se non presente, era al loro fianco.

Arrivati a Rimini … nei primi giorni Martina, Federica, Noemi e Francesco detto Ciccio vengono impegnati in attività di stage presso gli stand di aziende espositrici del SIGEP.

Ma eccoci al D-DAY: giorno 24 gennaio è il giorno. Sveglia alle 5,30. Colazione 6,15. 7,15 in fiera. Ore 8,00 i ragazzi entrano nel box assegnato.  30 minuti per organizzare l’attrezzatura. 8,30 la gara inizia.

I Ragazzi hanno 4 ore per preparare una torta con sei monoporzioni per la degustazione ed un alzata di 1 metro dove presentare la torta. Ruoli assegnati: Federica all’alzata, Martina, Noemi e Ciccio impegnati tra mousse, croccanti, glasse e frutta.

Le prime tre ore e mezza filano senza alcun intoppo, ma ecco, degno di un film di Alfred Hitchcock succede quello che meno ti aspetti. Mentre Federica continua a lavorare sull’alzata, dagli spalti vediamo un agitazione nel box. I ragazzi giravano nel back e non si capivsa perché.

I minuti passano e sempre più la tensione saliva. I ragazzi giravano. Solo a 10 minuti dalla fine capiamo che l’abbattitore non raggiungeva la temperatura voluta.

A 5 minuti dalla fine ecco che glassano e decorano le monoporzioni; a 2 minuti dalla fine glassano la torta. Adesso tocca a Martina decorare la torta con la frutta.

I minuti scorrono. A 30 secondi dalla fine Martina guarda l’orologio che imperterrito scorre: 10…9…8…7…6...5…4...3…2…1...0 la torta viene posata sull’alzata. Hanno finito, escono dal box, avvisano la giuria di aver terminato la prova.

La platea era una curva da stadio. Tutti incitavano tutti. Manca poco al verdetto. La giuria misura le alzate e fa l’assaggio delle monoporzioni. Si riuniscono ed elaborano il risultato.

Presente, in collegamento telefonico con la prof. Laura Minissale, Orazio Torrisi. Ecco … il momento è arrivato

Premio speciale miglior allievo in gara FEDERICA CAVALLARO

3° CLASSIFICATO SARONNO

2° CLASSIFICATO ROVERETO

1° CLASSIFICATO CON 1447 PUNTI “KAROL WOJTYLA” DI CATANIA

Un apoteosi … i ragazzi saltavano di gioia … salivano sul podio e ritirano la coppa. Adrenalina pura.

Ecco cosa accade nel nostro istituto, non ci sono difficoltà che tengano e

 C’è SEMPRE UN RAGGIO DI SOLE NELLA TEMPESTA. Questa volta siete voi cari ragazzi che ci avete emozionato e fatto vivere una delle pagine più belle del “Wojtyla”.

Sì “Wojtyla”, non il plesso  … non importa l’appartenenza … siamo un gruppo che con l’aiuto dei nostri MOSCHETTIERI ci ripaghiamo di tutti i sacrifici affrontati. GRAZIE RAGAZZI … GRAZIE Di VERO CUORE.

 

*coordinamento lavori proff. Orazio Torrisi e Danilo De Feo con alunni Marino Martina V A Eno, Cavallaro Federica V B Eno, Zou Noemi e Amato Francesco IV A Pasticceria

 

Ristorazione & Gare