Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se non si modificano le impostazioni del browser, Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su ok o un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

 

M.R.1024 X 768

ThE  VoiCe KaRol WojTyLa

Editore:  I.P.S.S.E.O.A.  "Karol Wojtyla"   dott.ssa Daniela Di Piazza,   Direttore responsabile:   dott.ssa Lella Battiato,    Reg.Tribunale di Catania 24/16

Get Adobe Flash player

News in Evidenza

Scatti dal Niger

Mostra fotografica del Prof. Umberto Palma

all’istituto “Rutelli” di Palermo

 Angela Ganci

 

In occasione della Notte Europea della Geografia, si è tenuta, presso l’Istituto Superiore “Rutelli” di Palermo, la mostra fotografica “Istante”, promossa dall’Associazione Italiana Insegnanti di geografia, Sezione Sicilia Occidentale.

Un momento di alto valore formativo rispetto all’utilizzo della geografia, sia come strumento culturale che consente non solo di comprendere, ma di costruire consapevolmente la realtà e il “nostro” mondo, sia come rispetto delle diversità, in particolare della povertà e dell’emarginazione tipiche dei Paesi Africani, promuovendo la cultura del territorio e l’educazione alla cittadinanza.

Un evento di notevole risonanza scientifico-culturale, poiché ha previsto eventi in contemporanea in Europa promossi dai sodalizi geografici.

Ecco che, in questo scenario di conoscenza e comprensione di un mondo per molti versi Altro rispetto a un’Occidentalità del benessere e della prosperità, ritroviamo, con interesse e curiosità, “ISTANTE”: mostra fotografica sul continente africano del Professore Umberto Palma, Autore degli scatti, Missionario Laico e già Presidente Comitato Regionale Sicilia UNICEF, dove spicca forte il tema della solitudine, della povertà materiale ed educativa, del maltrattamento all’infanzia, nella figura delle cosiddette Bambine Spose, vittime inconsapevoli dei matrimoni precoci.

“Nei miei scatti, che, preciso, non hanno subìto alcuna correzione, ho voluto cogliere l’attimo per dare allo spettatore la sensazione di trovarsi in quel luogo caldo, luminoso e buio; condividere la gioia e la tristezza di quei volti che guardano il vuoto – precisa Palma - La prospettiva e i giochi di luce ed ombra mettono in risalto la figura che domina il paesaggio circostante. Il soggetto fotografato è il centro dell’attenzione dello spettatore, tutto ciò che gli sta attorno è solo una reale scenografia, rappresenta quel momento, la vita, l’ISTANTE. E domani?”

Un domani incerto e precario, che può essere reso migliore, più Umano e Solidale, dall’Associazionismo e della Cooperazione Internazionale: Istante, Scatti dal Niger, infatti, rientra nelle Attività promosse annualmente dall’Associazione missionaria “Malam Mourna onlus”, con a capo il suo Presidente Martino Listì e all’interno della quale il Professore Palma veste il ruolo di sostenitore e associato.

“In missione si parte, ogni anno, per dare miglio, riso e medicine ai poveri e bisognosi e garantire la loro sopravvivenza: il tutto è devoluto alla buona volontà dei privati e al 5 per mille della dichiarazione dei redditi, con cui riusciamo a comprare microscopi e farmaci, oltre che sessanta tonnellate annuali tra riso e miglio” fa presente Listì.

“La missione in questi Paesi poveri e dimenticati è partita in seguito al testamento morale lasciato da Leonardo Navarra, primo missionario laico in Niger, ovvero non abbandonare i lebbrosi, che sono, per tutti noi, la nostra famiglia”, aggiunge Palma. “Molti gli obiettivi che abbiamo raggiunto e di cui andiamo orgogliosi, come la costruzione di trenta tricicli per persone che vivono a terra, sulla sabbia, con tutti i problemi motori e psicologici, che ne derivano. Siamo positivi e propositivi, e non ci arrendiamo di fronte alle avversità: i bambini non possono attendere, e noi, in ospedale, così come nelle farmacie, siamo presenti e pronti per acquistare ciò che serve per garantire ai piccoli e alle loro famiglie una qualità di vita migliore, favorendo altresì le adozioni. Perché ogni bambino ha diritto a un futuro degno di essere vissuto e a una partecipazione sociale in cui esprimere la sua personalità, il diritto alla salute, al gioco, alla piacevolezza dell’esistenza”.

 

 

Attachments:
Download this file (locandina.doc)locandina.doc[ ]446 kB

Concorsi the Voice "Karol Wojtyla"

Ristorazione & Gare

Ultimi Articoli