Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se non si modificano le impostazioni del browser, Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su ok o un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

 

M.R.1024 X 768

ThE  VoiCe KaRol WojTyLa

Editore:  I.P.S.S.E.O.A.  "Karol Wojtyla"   dott.ssa Daniela Di Piazza,   Direttore responsabile:   dott.ssa Lella Battiato,    Reg.Tribunale di Catania 24/16

Get Adobe Flash player

News in Evidenza

Nel cuore della fiera di Catania una sfilata di moda per omaggiare la Madonna del Carmelo

 

Quest’anno la solenne festa della Madonna del Carmelo per i catanesi è iniziata con un giorno d’anticipo grazie alla sfilata evento ideata ed organizzata dalla professoressa Liliana Nigro, docente di Storia del Costume presso l’Accademia di Belle Arti, che subito dopo la messa serale della domenica, dalla chiesetta di San Gaetano alle grotte al monumentale Santuario della Madonna del Carmelo a piazza Carlo Alberto ha visto sfilare, nel cuore pulsante della fiera di Catania, oltre quaranta modelle con degli abiti creati appositamente per il progetto culturale dagli allievi dell’Ente etneo e dai talentuosi stilisti emergenti della Maison Du Cochon.

 “La Vergine incontra il popolo - dichiara Liliana Nigro, davanti ad una piazza gremita, subito dopo il taglio del nastro per mano del giornalista Umberto Teghini, del direttore dell’Accademia di Belle Arti Virgilio Piccari e di padre Francesco Collodoro, parroco della comunità religiosa - è il nome che ho deciso di dare a questa sfilata in onore di Maria, per spiegare come attraverso la moda e la cultura si possa raccontare la devozione in modo più immediato ed avvicinare la gente alla religione anche attraverso un linguaggio finora ritenuto poco adatto come quello del fashion designer”.

Dello stesso parere anche padre Francesco Collodoro: “Da due anni ospitiamo con gioia una parte della monumentale sfilata in onore di Sant’Agata ideata da ben diciassette anni dalla professoressa Nigro confermando quello che diceva San Francesco, si può pregare e ringraziare Dio diversi modi e la sfilata di quest’anno è l’inizio di un cammino culturale trasversale capace di amare Maria sotto molteplici aspetti”.

 


Ristorazione & Gare

Ultimi Articoli