Ambiente, il boschetto rinasce come spazio naturalistico e ossigenazione per i cittadini.

Un’area giochi per bambini completamente rinnovata, il laghetto bonificato e ripopolato con centinaia di esemplari di tartarughe e carpe, aree verdi curate e arredate con panchine. Si presenta così ora l’area d’ingresso del   boschetto della Plaia che ora accoglie altri 200 alberi di pino marino, donati alla città dalle associazioni “Pianta un albero”, Mercati Contadini Siciliani e Agriturist insieme al collegio degli agrotecnici di Catania, nello storico polmone verde. Un evento a cui hanno partecipato bambini delle scuole con genitori, insegnanti e amanti della natura, che ha simboleggiato la ripartenza dello storico polmone verde adiacente al lungomare sabbioso, dopo i lavori di ripristino che per fare ritornare centrale il boschetto nell’offerta naturalistica cittadina promossi dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con il Corpo Forestale della Regione Siciliana.  

Il sindaco Salvo Pogliese, ha simbolicamente piantumato alcuni dei 200 pini marini che riempiranno l’area attigua alla grande vasca in cui lo stesso primo cittadino insieme a tanti bambini ha immesso alcune carpe delle centinaia che hanno ripopolato lo specchio d’acqua dolce. 

“Ringrazio quanti hanno voluto dare il loro contributo a questa straordinaria iniziativa di grande valenza naturalistica –ha detto il sindaco Salvo Pogliese- che riporta questo polmone verde all’antico splendore. Abbiamo un piano triennale di cura e manutenzione del verde, che porteremo avanti insieme alla Regione, e una sorveglianza dell’area costante insieme ai volontari e alle associazioni ambientaliste. Ma è indispensabile che vi sia la collaborazione dei cittadini per rispettare questo spazio pubblico di grande pregio, per non rendere tutto vano. Siamo orgogliosi -ha aggiunto Pogliese- perche questo boschetto negli ultimi mesi punto di riferimento per famiglie, bambini e sportivi grazie ai lavori di ripristino e riqualificazione, dopo anni di incuria, riprendendo una vecchi tradizione dei catanesi di recarsi al boschetto come area di svago nel tempo libero, a due passi dal centro cittadino e a poche decine di metri del mare della Plaia, come luogo di ossigenazione, sport  e benessere”.

All’iniziativa hanno partecipato anche l’assessore all’ambiente Fabio Cantarella, il presidente del consiglio comunale Giuseppe Castiglione coi consiglieri Luca Sangiorgio e Emanuele Nasca, il presidente del VI municipio Alfio Allegra con altri consiglieri circoscrizionali,  il capo di gabinetto Giuseppe Ferraro, la dirigente comunale del verde Marina Galeazzi e tanti volontari dell’associazione “Plastic free” che hanno curato gli ultimi interventi di ripulitura insieme agli operatori comunali e della Dusty. 

 Grazie alla convenzione firmata un anno addietro tra il sindaco Pogliese e il presidente della Regione Nello Musumeci si è provveduto alla riqualificazione complessiva degli oltre sei ettari di area a verde del boschetto, con la messa in evidenza dei percorsi per le vie di fuga dalle fiamme; l’abbattimento di alberi disseccati; la potatura e la ripulitura erbacea e il decespugliamento arbustivo; la piantumazione di alcune centinaia di alberi e anche il ripristino del funzionamento di ricircolo dell’acqua nella vasca interna che era bloccato da anni. “Un luogo straordinario a cui i catanesi sono visceralmente legati – ha detto il sindaco Pogliese – che andava necessariamente rigenerato eliminando i tanti pericoli esistenti. Quando la fine della pandemia lo consentirà il boschetto diventerà sempre più zona di eventi e manifestazioni legati ai temi ambientali, coinvolgendo associazioni e organizzazioni, per promuovere iniziative in grado di riportare i cittadini a godere dei sessantamila metri quadrati di spazio alberato e valorizzare la natura in modo sano e intelligente”.

redazione@thevoicekw.it

redazione@thevoicekw.it