L’Unione dei comuni varca i confini dello Stretto, riunione in Polonia

Taormina – L’Unione europea chiede di venire a conoscenza quali sono le problematiche dei più disparati territori. Una sorta di orecchio teso rivolto ad ascoltare quanto viene segnalato da comprensori come quello taorminese. Così una nutrita delegazione dell’Unione dei comuni, presieduta da Orlando Russo, si è recata nei giorni scorsi a Wroclaw e Olesnica, in Polonia, per partecipare ad una delle tappe dell’”ActivEU project”. Hanno preso parte ai lavori oltre a Russo: Enzo Scibilia (vice sindaco di Taormina), Alessandro Costa (sindaco di Letojanni), Roberto Schilirò (presidente dell’assemblea dell’Unione), Filippo Currenti (sindaco di Gallodoro), Leonardo D’Amore (sindaco di Mongiuffi Melia) e Ariana Talio (assessore di Giardini Naxos). “Si è trattata di una bella esperienza – ha commentato la Talio – durante la quale abbiamo potuto rendere note alcune problematiche, ad esempio, relative all’ambiente che saranno riferite poi alla Commissione europea”. Numerose sono state le delegazioni che hanno partecipato all’evento che provenivano da: Spagna, Slovacchia, Ungheria, Romania, Lettonia, Svezia, Grecia, Portogallo, Croazia, Repubblica Ceca, Lituania e Malta. “È questo – ha sottolineato Russo – un momento che conferma le tante possibilità operative dell’Unione”. 

redazione@thevoicekw.it

redazione@thevoicekw.it